Welink Architects Welink Architects
qual-e-la-funzione-di-un-drone-in-architettura-900x500

Qual è la funzione di un drone in architettura?

Welink Architects

Welink Architects

Le innovazioni tecnologiche hanno un'influenza sulle tendenze dell'architettura. Un esempio è il drone, che è diventato sempre più popolare negli ultimi anni grazie a marchi come PAROT o DJI. Ora sta facendo la sua comparsa negli studi di architettura.

 

Come usano gli architetti i droni nel processo di progettazione?    

 

Qual è la funzione di un drone per un architetto?

 

Come i fotografi, gli architetti usano i droni per scattare foto dal cielo e da certe angolazioni difficili da raggiungere. Il drone può essere usato durante l'intero processo del progetto di costruzione. 

 

Può essere usato per

 

  • studiare il sito prima dell'esecuzione dei lavori, sorvolando il terreno
  • poi per monitorare il lavoro, controllare che stia andando bene e verificarne la qualità,
  • e infine per fornire una visione globale di un sito da presentare e permettere di evidenziare il lavoro dell'architetto al termine del suo progetto. 



Le numerose possibilità di osservazione offerte da un drone permettono agli architetti e ai proprietari di immobili di esaminare il progetto da tutte le angolazioni. In particolare, permette una visione precisa della forma e della struttura del tetto dell'edificio. 

 

Anche l'ispezione e la manutenzione degli edifici sono influenzate dall'inclusione dell'uso dei droni. Possono rilevare e localizzare i problemi strutturali in modo facile e preciso. 

 

La fotografia aerea è una vera risorsa in tutte le missioni dell'architetto. Al giorno d'oggi, è il modo migliore per garantire il monitoraggio del sito. Il drone permette di fare delle riprese automatizzate posizionandolo tramite GPS in luoghi strategici.

 

È così possibile ottenere scatti identici in diverse fasi dell'evoluzione del sito, mantenendo le stesse coordinate GPS, l'altitudine e l'angolo di ripresa. 



Missioni in cui un drone può essere utile

 

Nella maggior parte dei casi, un architetto utilizzerà un drone per scattare foto di progetti completati o di progetti che ha intenzione di riabilitare. 

 

Nel caso di progetti completati, le foto del drone permettono all'architetto di creare un portfolio originale che a sua volta permetterà loro di distinguersi dalla concorrenza e impressionare i loro futuri clienti. 

 

Per i progetti di ristrutturazione, l'architetto usa il drone per controllare le condizioni dell'edificio, specialmente il tetto. 

 

Il drone permette anche di produrre prospettive globali per l'integrazione del paesaggio con molta più precisione di Google Earth. 

 

Al momento del collaudo dell'opera, il drone può essere utilizzato per i controlli di conformità.

 

La videoispezione per la diagnostica strutturale è ancora marginale, anche se il drone permette di fare a meno di un tecnico di accesso su corda e quindi di risparmiare tempo. 

 

Quali sono i vantaggi dell'integrazione dei droni in uno studio di architettura?

 

Avere un drone a disposizione di uno studio di architettura permette al professionista di essere più reattivo che se dovesse ricorrere a un fornitore di servizi. Questo perché il drone può essere usato abbastanza intensamente in tutte le fasi di un progetto. 

 

Per utilizzare un drone in modo professionale, è necessario possedere una licenza di pilota privato (PPL) e una dichiarazione di competenza pratica, per la quale è richiesto un determinato numero di ore di formazione. 

Sei un architetto?

Fai conoscere il tuo studio di architettura su Welink Architects